Notizie

Legge di bilancio, il 16 dicembre sciopero generale. “Colpiti i più poveri, premiati gli evasori, nessun piano industriale ed energetico”. A Bergamo presidio di fronte alla Prefettura

Tempo di lettura: 1 minuto

Contro “una manovra che va cambiata perché colpisce i più poveri, premia gli evasori e non prevede piani né industriale né energetico”, CGIL e UIL nazionali hanno proclamato uno sciopero generale che per il territorio lombardo è previsto per venerdì 16 dicembre.

In ciascuna provincia la protesta si svolgerà seguendo modalità e orari articolati a livello locale. A Bergamo sarà organizzato un presidio di fronte alla Prefettura di via Tasso (l’orario verrà comunicato all’inizio della prossima settimana).

Si scende dunque in piazza e per le strade di tutto il Paese per chiedere al Governo di modificare la legge di bilancio in discussione in Parlamento.
“Il Governo non ci ha ascoltati e ha deciso di varare una legge finanziaria che colpisce i poveri” si legge in una nota sindacale regionale. “Il Governo sta scegliendo la strada sbagliata per affrontare i problemi concreti delle persone in carne ed ossa. Contrasteremo queste scelte con tutti i mezzi a nostra disposizione con l'obiettivo di far cambiare le sue decisioni verso soluzioni adeguate a tutelare i soggetti relativamente più deboli, quelli che ormai da troppo tempo stanno pagando per intero gli effetti delle ripetute crisi”.

Via Garibaldi, 3 - 24122 Bergamo (BG)

SOCIAL

LINK

CGIL di Bergamo - Copyright © 2021 | C.F: 80020770162 | Cookie Policy

Cerca