Lavoro

Il report sul mercato del lavoro bergamasco della Provincia di Bergamo. I dati aggiornati ad ottobre 2021

Il Report pubblicato oggi dal Servizio Lavoro della Provincia di Bergamo conferma una tendenza positiva che prosegue ormai da mesi toccando numeri di assunzioni “mai raggiunti nell’intera serie storica dal 2009”.

Tutti indicatori che dovrebbero rassicurare e trasmettere segnali di fiducia e di stabilità, ma segnali non raccolti dalle aziende perché i rapporti di lavoro continuano ad essere, in netta prevalenza, di tipo precario: delle 14mila assunzioni di ottobre, 10mila sono a tempo determinato e interinale (71%) mentre solo 3mila (22%) sono assunzioni a tempo indeterminato.

Se si vuole dare continuità e stabilità a questi indubbi segnali di ripresa è necessario puntare su lavoro stabile sostenuto da formazione professionale continua, peraltro ampiamente finanziata da risorse pubbliche.

A fronte di sole 339 cessazioni per crisi aziendali vi sono 2.249 dimissioni volontarie: un chiaro indicatore di aspirazione a migliori trattamenti economici e a climi aziendali che valorizzino professionalità e disponibilità ad acquisire nuove competenze. Un segnale che dovrebbe essere colto senza esitazione dalle aziende, nel loro interesse, nell’interesse del Paese e nell’interesse dei lavoratori.

SCARICA:

Via Garibaldi, 3 - 24122 Bergamo (BG)

SOCIAL

LINK

CGIL di Bergamo - Copyright © 2021 | C.F: 80020770162 | Cookie Policy

Cerca