Notizie

Riorganizzazione in Deutsche Bank: parte la trattativa sindacale. FISAC-CGIL di Bergamo: “Ulteriori chiusure di sportelli e disagi per clienti e dipendenti ”

Tempo di lettura: 1 - 2 minuti

La riorganizzazione sul territorio nazionale di Deutsche Bank, comunicata a giugno ai Sindacati di categoria, vede coinvolti circa 100 sportelli e 250 lavoratori in esubero.

Nella nostra provincia Deutsche Bank è presente con soli quattro sportelli, ma se ne prevede la chiusura di ben due: Alme’ sarà accorpata su Curno (perdendo il riferimento per la Val Brembana), mentre Capriate sarà accorpata a Trezzo sull’Adda, in provincia di Milano).
Dal 2018 ad oggi le banche sul territorio di Bergamo sono passate da 51 a 44 (-13%) e di queste quasi la metà ha 1 solo sportello in provincia, e quasi sempre in città. Nello stesso periodo gli sportelli si sono ridotti di circa 150 lasciando “coperti” da sportelli solo 157 comuni sui 243 della nostra provincia: circa 91.000 persone risiedono in comuni senza una banca.
“Anche Deutsche Bank si riorganizza riducendo sportelli e operatività di cassa privilegiando la consulenza da remoto, una tendenza comune a tutte le aziende di credito italiane - commenta Pierangelo Casanova Segretario della FISAC-CGIL di Bergamo - Questa situazione provoca disagi per la clientela che si trova costretta, nella migliore delle ipotesi, a cambiare banca e nella peggiore a restare senza sportelli vicino casa; mentre lavoratrici e lavoratori si trovano costretti quasi sempre a percorrere più strada per raggiungere il posto di lavoro, spesso a decine di chilometri. La trattativa sindacale che parte in Deutsche Bank dovrà trovare adeguate contromisure alle scelte aziendali.”

Via Garibaldi, 3 - 24122 Bergamo (BG)

SOCIAL

LINK

CGIL di Bergamo - Copyright © 2021 | C.F: 80020770162 | Cookie Policy

Cerca