Notizie

Firmato il premio alla Minelli di Zogno, in busta paga tra i 1.600 e i 2.400 euro. Contributi per l’ottenimento di titoli di studio

Tempo di lettura: 1 - 2 minuti

È stato raggiunto un accordo tra direzione aziendale, RSU e sindacati di categoria FILCA-CISL e FILLEA-CGIL di Bergamo per il rinnovo del premio di risultato alla Minelli spa di Zogno e Ambriola, entrambi nella Bergamasca, e di Gottolengo in provincia di Brescia: il valore medio del premio oscillerà tra i 1.600 e i 2.400 euro, segnando un incremento rispetto ai premi precedenti.

Welfare e formazione rimangono una parte consistente dell’intesa, con investimenti aziendali pari a 15.000 euro all’anno per interventi a favore dei lavoratori ma anche dei loro figli.
Si prevedono diversi contributi per l’ottenimento di titoli di studio, a partire dai 2.000 euro per un diploma di maturità dei figli (3.000 se conseguito dal dipendente) e fino ai 5.000 per una laurea a indirizzo tecnico (7.500 se conseguita dal dipendente).

L’accordo verrà erogato anche ai lavoratori in somministrazione, riproporzionato ai mesi trascorsi in azienda.
Per l’anno in corso, vista la difficile congiuntura economica, ciascun lavoratore potrà convertire parte del premio (fino a 200 euro) in buoni carburante e approfittare così della detassazione. È prevista, inoltre, la possibilità di destinare integralmente o in parte l’importo del premio a un fondo di previdenza complementare.

Viene introdotto poi il riconoscimento di 8 ore aggiuntive di permesso retribuito per visite mediche, estendibili anche all’assistenza di familiari.

“Il valore medio del premio è ben al di sopra degli standard del settore e non solo” hanno commentato Luciana Fratus di FILLEA-CGIL e Massimo Lamera di FILCA-CISL di Bergamo. “Rinnovare una contrattazione di secondo livello in questo periodo di gravi incertezze, per di più con importi così consistenti, è stata una sfida. Aver raggiunto un accordo testimonia anche il senso di responsabilità molto forte da parte di un’azienda che da sempre mostra attenzione alla conciliazione delle esigenze personali dei propri dipendenti con i tempi di lavoro. La Minelli da anni ha istituito un fondo di formazione che eroga borse di studio per i propri lavoratori e i loro figli studenti. Oggi potenziamo ulteriormente i contenuti dell’integrativo con l’inserimento di importanti capitoli di welfare”.

Via Garibaldi, 3 - 24122 Bergamo (BG)

SOCIAL

LINK

CGIL di Bergamo - Copyright © 2021 | C.F: 80020770162 | Cookie Policy

Cerca