Notizie Federconsumatori

Sanità provinciale: comuni interi senza medico di base

Tempo di lettura: 1 - 2 minuti

Federconsumatori denuncia che il “problema” della mancata efficienza del Sistema Sanitario nella provincia di Bergamo non si limita a quanto segnalato in ordine alle difficoltà che i cittadini riscontrano a causa di lunghe liste d’attesa e cervellotici sistemi di prenotazione visite ed esami.

Come noto in provincia di Bergamo c’è penuria di medici di base e sembra sempre che si tratti di emergenze impreviste e imprevedibili. Come se i medici non avessero diritto ad andare in pensione e la cosa capiti all’improvviso.
Ma chi governa la sanità dove è vissuto sinora per non avere avuto conoscenza dell’età media dei dottori e che sarebbero serviti nuovi medici?
Ad esempio a Casirate d’Adda (oltre 4.000 abitanti) esiste una situazione particolare: uno dei due medici di base precedentemente in attività nel Comune è andato in pensione alla fine del 2017. Sino a febbraio 2020 viene sostituito ”provvisoriamente” da un altro medico. Al quale si aggiungono altri due dottori che operano sia a Casirate d’Adda sia ad Arzago. A marzo 2020 il “sostituto” del pensionato 2017 viene destinato a Caravaggio e a Casirate inizia la turnazione di sostituzioni provvisorie. Con tutto ciò che questo comporta per i cittadini che hanno bisogno di cure.
Visto il protrarsi della situazione di perenne carenza di medici, alcuni abitanti del luogo sono costretti ad affidarsi a un medico di Treviglio. Con conseguenti sprechi di tempo, spese e disagi aggiunti.
Di questi giorni l’ultima preoccupante notizia: anche l’ultimo medico di base attivo a tempo pieno cessa la sua operatività. E i suoi assistiti a chi si potranno rivolgere per ottenere il diritto alle cure garantito dalla nostra Costituzione?
Per la scelta del nuovo medico, o per meglio dire dei nuovi medici (ammesso che ce ne siano di disponibili)… appuntamento con ASST per il 12 novembre prossimo.
Anche questo testimonia lo stato di estremo disagio in cui versano i bergamaschi che si devono rivolgere al sistema sanitario pubblico.

P.S. Al momento ci illudono che prossimamente saranno operative sul territorio le cosiddette “Case della Salute”. Intanto continuiamo a non essere curati come si dovrebbe. Senza parlare di Prevenzione, questa dimenticata.

Via Garibaldi, 3 - 24122 Bergamo (BG)

SOCIAL

LINK

CGIL di Bergamo - Copyright © 2021 | C.F: 80020770162 | Cookie Policy

Cerca